965
965

La Pasqua porta con sé numerose tradizioni culinarie, essendo una festività sentita in tutta Italia; il Salento, terra che offre tanti piatti dai sapori genuini e unici, non manca di pietanze gustose legate al periodo pasquale.

Ad esempio, un dolce tipico delle tradizioni salentine è la Coddura di Pasqua, dalle origini contadine e di facile preparazione. Ecco come è preparata.

La coddura di Pasqua: com’è fatta e cosa rappresenta

Il termine “coddura” deriva dal greco e significa “corona” ed è legato probabilmente a una delle forme classiche di questo dolce salentino, composto da ingredienti semplici, che assomiglia ad un grosso tarallo intrecciato.

Le sue origini sono da ricondurre al mondo contadino, essendo il dolce pasquale tipico delle classi meno abbienti, e veniva preparato dalle massaie che si riunivano insieme, mettendo in comune vari ingredienti prelevati dalle loro povere dispense. Questo tipico pane zuccherato, preparato anche in altre zone del Sud Italia, poteva avere forme diverse a seconda del messaggio che voleva simboleggiare. Tra queste, le più tradizionali sono: la “pupa”, a forma di bambola, regalata di norma alle ragazze in segno di prosperità e fertilità; “lu cadduzzu”, a forma di gallo, regalato ai ragazzi in segno di virilità e forza; “lu core”, regalato agli innamorati per l’augurio di una gloriosa vita insieme.

Tutte queste tipologie avevano un uovo sodo al centro, legato da nastrini colorati e da piccole strisce di pasta. Oggi la coddura viene preparata anche con altre forme, a seconda della creatività di chi la prepara. Tendenzialmente, inoltre, questo dolce veniva regalato ai bambini e non si poteva mangiare prima della benedizione della messa della Pasqua. La tradizione vuole che essa venga consumata il giorno di Pasquetta.

Ricetta della coddura di Pasqua salentina

Per preparare la tradizionale coddura di Pasqua salentina, bastano pochi ingredienti semplici:

  • 500 grammi di farina
  • 200 grammi di zucchero
  • 3 uova
  • un bicchiere di latte
  • 2 tazzine di olio extravergine d’oliva
  • mezza bustina di lievito
  • buccia di un limone
  • alcune uova sode per la decorazione

Preparazione

Impastare la farina con l’olio, le uova, lo zucchero e la buccia di limone. Mentre si impasta, aggiungere man mano il lievito e il latte finché non si otterrà un composto liscio e sodo. Successivamente avvolgere l’impasto con una pellicola trasparente e metterlo in frigo per trenta minuti.

Trascorso questo tempo, stendere con un mattarello l’impasto per avere uno spessore di almeno cinque millimetri. A questo punto si possono creare le forme che si desiderano; quando saranno modellate potranno essere messe in un vassoio da forno.

Al centro delle forme porre l’uovo sodo e spennellare tutto con il latte. Infornare con il forno già caldo a 180 gradi per quaranta minuti. Per evitare che l’ambiente diventi troppo secco e che l’impasto si indurisca, mettere nel forno durante la cottura una ciotola d’acqua. Una volta pronte le coddure possono essere decorate con nastrini colorati o palline di zucchero colorate.

 

Fonte Immagine: www.vizionario.it

In questo articolo