3584
3584

Tra le tante spiagge che affollano le coste salentine, una più bella dell’altra, ve ne sono alcune in particolare che si sono meritate un appellativo unico: quella di Pescoluse, ai più nota come “Le Maldive del Salento”.

Stiamo parlando della località che ricade nelle Marine di Salve, sulla costa ionica del Salento e non molto distante dalle città di Gallipoli e di Santa Maria di Leuca.

La spiaggia prende il nome dalla presenza, nelle vicinanze, dell’omonimo stabilimento balneare, ma senza dubbio anche dalla bellezza dell’acqua e della sabbia, che sotto i raggi del sole assume varietà cromatiche davvero strabilianti.

Circa cinque km di sabbia e di litorale assai basso, accompagnato in alcuni punti dalla presenza di grotte carsiche, è il paesaggio che caratterizza le Pescoluse. Questa lingua di sabbia finissima che percorre in lunghezza la costa meridionale del Salento è bagnata da un mare cristallino e sempre molto calmo e pulito, che talora assume delle sfumature turchesi.

Ad avvantaggiare questa località di mare contribuisce, senza dubbio, anche l’opera dello scirocco, che spinge le correnti d’acqua creando dei riflessi e dei colori che sembrano fuoriuscire da una cartolina. Inoltre le spiagge di Pescoluse si sono meritate la Bandiera Blu d’Europa per la pulizia delle loro acque.

Nei dintorni di Pescoluse

Appena fuori dal territorio di Salve si incrocia la località chiamata Lido Marini, anch’essa dalla bellezza disarmante, ma con più rilievi di roccia e meno sabbia rispetto alla precedente.
Entrambe le spiagge sono fornite di tutti i servizi necessari per godersi una vacanza completa e rilassante: ristoranti e cocktail bar, servizi igienici e possibilità di noleggiare ombrelloni e i lettini.

Le Maldive del Salento non sono solo alcune fra le più pulite e suggestive spiagge del Meridione, ma anche dei luoghi d’interesse paesaggistico unici: basti pensare alla presenza di una flora suggestiva, fra cui ricordiamo i gigli bianchi, e di fenomeni carsici che è possibile visitare, come la Grotta del Diavolo e la Grotta Verde, situate a qualche chilometro di distanza.

In questo articolo