679
679

Tutti coloro che hanno deciso di passare le loro vacanze nel Salento, devono assolutamente sapere che questa terra è ricca di prodotti tipici e genuini. Descrivere tutte le meraviglie della cucina salentina è un’impresa impossibile, è molto più semplice immergersi nelle strade e lasciarsi attirare dai profumi che si respirano nell’aria.

Il Salento terra di tradizione culinaria

La tradizione culinaria salentina riesce a combinare le proprietà saporite di prodotti genuini e tipici di questa terra, dando vita a piatti gustosi e dal sapore unico, che riescono a mettere d’accordo anche i palati più complicati. Nel corso del tempo, i segreti della cucina del Salento si sono diffusi e chiunque può cimentarsi nella realizzazione di queste prelibatezze, ma bisogna ammettere che i sapori, quelli veri, quelli della tradizione, possono essere degustati solo se ci si reca nel Salento.

Sono almeno 5 i piatti che devono essere assolutamente assaggiati da chi ha deciso di passare le proprie vacanze in questa meravigliosa terra.

I 5 piatti “orgoglio” del Salento

Al primo posto, tra le pietanze da assaggiare durante un soggiorno nel Salento, ci sono sicuramente le famose orecchiette con le cime di rapa. Questo primo piatto è una ricetta d’eccellenza della cucina pugliese, che prevede l’unione perfetta tra le orecchiette e la rapa. Per ottenere un risultato soddisfacente e il più vicino alla tradizione, occorre utilizzare pasta fresca, fatta a mano con farina di grano o di orzo, e rape fresche e di stagione. Un tocco di classe che conferisce al piatto prelibatezza e che dona un sapore inconfondibile, è la presenza delle alici salate e di peperoncino. Le alici vengono sciolte nell’olio caldo, lasciando al condimento per la pasta un sapore forte ed unico.

Ma nel Salento, le orecchiette vengono condite anche con il sugo di pomodoro semplice o con il sugo di pomodoro arricchito da polpettine di carne macinata, molto amate dai bambini, o da spezzatino di carne di vitello, di maiale o di cavallo.

Passeggiando per le stradine e i vicoletti dei borghi salentini, si avverte un profumo che stuzzica l’appetito e richiama alla mente il gusto saporito del pane. Tipico della tradizione pugliese è la puccia. Questo formato di pane, cotto nei forni a legna, prende il nome dal pane consumato dai militari, il buccellatum, cioè boccone. La puccia classica è quella vuota e fragrante, ma si può gustate anche nelle varianti morbide o croccanti, condite con olive o alla pizzaiola. L’assenza di mollica rende la puccia ideale ad essere farcita da qualsiasi ripieno, dai salumi ai formaggi. Inoltre è un’ottima opzione come merenda da portare con sé e gustare nelle lunghe passeggiate alla scoperta del Salento.

Un’intramontabile ricetta del Salento dal sapore estivo, infine, è la parmigiana di melanzane. Le melenzane costituiscono un prodotto simbolo dell’estate salentina. Benché possa apparire pesante per il clima caldo dell’estate, la parmigiana di melanzane è un rito intramontabile. L’impanatura e la frittura rendono le melanzane morbide e saporite e la cottura al forno, esalta il sapore del un sugo corposo che si mescola alla   mozzarella sciolta. Vera e propria chicca di questa versione pugliese è la presenza della mortadella e dell’uovo sodo, che donano alla parmigiana un sapore unico.

I simboli del Salento: il pasticciotto e il rustico

Simbolo per eccellenza del Salento è il pasticciotto leccese, il “re” della pasticceria salentina, semplice ma squisito, friabile e profumato e dal ripieno inimitabile. Appena si mette piede in Puglia, bisogna obbligatoriamente lasciarsi conquistare da questo dolce. Non vi è dieta che possa reggere.

Il pasticciotto leccese, nato nella zona di Lecce si è poi diffuso un po’ ovunque, è uno scrigno di pasta frolla friabile e farcito da una golosa crema pasticcera. La tradizione di questa terra, con i suoi ingredienti di ottima qualità, prevede la realizzazione di questo classico della pasticceria pugliese seguendo la tradizionale lavorazione della frolla, che lo rende inimitabile.

Un piatto sfizioso e veloce, altro simbolo indiscusso del Salento, è il rustico leccese, che conquista tutti al primo morso. È possibile assaggiare questo squisito spuntino in qualsiasi bar di Lecce o della sua provincia. Non si sa dove sia nato, quale tradizioni segua, si ritiene sia un discendente di un’antica prelibatezza proveniente dal Balcani o dal Medio Oriente. Il rustico leccese è un ottimo spuntino, sfizioso e saporito. Si tratta di un disco friabile e croccante fatto di pasta sfoglia, con una prelibata farcitura di besciamella, pomodoro e mozzarella. Una classica merenda in stile leccese da portare in spiaggia o da mangiucchiare mentre si girovaga alla scoperta della città.

 

In questo articolo