1144
1144

Gli Ulivi secolari del Salento sono da considerarsi come delle vere e proprie opere d’arte, in quanto esprimono in loro la storia e la bellezza della natura. Sono rappresentativi di un intero territorio, e quindi colmi di significato per gli abitanti della zona.

La leggenda degli Ulivi

Il Salento è pieno di miti e di leggende, una dei quali riguarda proprio gli ulivi.

Secondo la leggenda salentina, gli ulivi furono un regalo di Minerva. La leggenda infatti, narra che Minerva donò gli ulivi al Salento dopo una sfida con Nettuno, il quale regalò al luogo un cavallo. L’ulivo donato dalla Dea si rivelò molto più utile, e ottenne così la riconoscenza e la venerazione da parte della popolazione locale. Il tempio della Dea Minerva, rappresentativo della riconoscenza della popolazione, sorgeva al posto dell’attuale Santuario della Vergine Marian a Leuca.

In realtà, probabilmente, l’Ulivio nel Salento è arrivato dal mare 4mila anni fa, trasportato dai Fenici sbarcati sulla penisola salentina.

Il significato simbolico degli Ulivi

L’Ulivo è simbolo di pace, fertilità, prosperità. Da sempre considerato un simbolo trascendentale di spiritualità e sacralità, rappresenta, sia nella mitologia sia nella religione, un elemento naturale di forza e di purificazione. Tanto sacro presso i Greci da condannare a morte chiunque osasse tagliarne uno!

In questo articolo