4344
4344

Quando si ha voglia di immergersi nella rinomata tradizione culinaria salentina, riscoprendo i sapori tipici della terra pugliese, non si può fare a meno di proporre un piatto a base di pesce. A tal proposito, quindi, una ricetta veloce e semplice da preparare, è quella degli spaghetti con le cozze in bianco alla salentina.

In realtà, cucinare una pietanza del genere in Puglia può essere oggetto di accese discussioni, con la formazione di vere e proprie scuole di pensiero sull’argomento, in quanto c’è chi sostiene che le cozze vengano esaltate dalla presenza del sugo e chi, invece, le preferisce in bianco, per non contaminarne il gusto.

La scelta è estremamente soggettiva e dipende dal palato di ognuno, ma la versione che verrà fornita predilige la rapidità e la semplicità di esecuzione. In linea di massima, le critiche mosse alla presenza del pomodoro nel piatto, lo accusano coprire e smorzare il sapore delle cozze, il quale invece viene sottolineato dalla sua assenza. Coloro che amano la versione con il sugo, però, sostengono che, in realtà, la polpa di pomodoro, sapientemente preparata, grazie alle sue caratteristiche chimiche e unita a una manciata di pomodorini freschi, tende a esaltare maggiormente il sapore dell’insieme, rendendolo particolarmente gustoso.

Gli spaghetti con le cozze in bianco sono l’ideale da preparare quando si ha poco tempo; risultano perfetti per esempio, per una serata estiva con amici e quando ci si ritrova con ospiti improvvisi e bisogna inventarsi il pasto. L’accortezza che occorre avere per preparare un piatto gustoso e delicato, è quella di pulire le cozze a crudo, le quali dovranno essere fresche di giornata. Ciò vuol dire che bisogna saperle aprire o, in alternativa, affidarsi a qualche buona pescheria di fiducia.

Ingredienti (4 Persone) per la preparazione degli Spaghetti con le Cozze:

  • 2 kg di cozze con il guscio oppure 1 kg già sgusciato;
  • 400 gr di spaghetti;
  • 3 spicchi di aglio;
  • Mezzo bicchiere di vino bianco;
  • Abbondante prezzemolo;
  • Una manciata di Sale e pepe o peperoncino;
  • Olio extravergine di oliva q.b.

Il primo passaggio sarà quello di aprire le cozze, se non si sono comprate quelle già sgusciate.
Questo è un passaggio cruciale, in quanto l’operazione deve avvenire a crudo e non in padella.

In seguito, si prende una pentola capiente e si versa l’olio extravergine di oliva, cominciando a riscaldarlo, nel frattempo si prendono gli spicchi di aglio e prezzemolo creando un battuto che poi viene messo a soffriggere nell’olio, a fuoco lento. Una volta che il battuto è diventato dorato e l’olio si è riscaldato, si aggiungono le cozze, precedentemente filtrate e liberate dalla propria acqua, la quale dovrà essere messa da parte e conservata. Si cuoce il tutto a fiamma alta per circa 7 minuti e si versa un mezzo bicchiere di vino bianco verso la fine della cottura.

Contemporaneamente viene messa messa a bollire la pasta: visto che deve essere al dente e non troppo sottile, in modo da esaltare bene il sapore delle cozze, oltre agli spaghetti possono essere scelte anche le linguine, più spesse, ma è una scelta dettata dal gusto personale.

Una volta scolata la pasta, la si aggiunge alla pentola con le cozze, versando anche un bicchiere contenente la loro acqua precedentemente filtrata. A questo punto il tutto viene fatto amalgamare a fuoco lento, aspettando che l’acqua evapori del tutto. Si può concludere aggiungendo un filo di olio fresco.

Una volta spento il fuoco, si adornano i piatti con prezzemolo tritato fresco e pepe o peperoncino e aggiungere una manciata di cozze, sistemate in modo coreografico.
Per quanto riguarda il vino da servire, il piatto si accompagna bene con un bianco di corposità media, come per esempio un Greco di Tufo o un Merlara Bianco Doc, o anche uno spumante secco.

In questo articolo