1165
1165

La tradizione culinaria salentina offre ricette apprezzate in tutta l’Italia per la genuinità dei suoi ingredienti e per la bontà che ognuna di esse porta in tavola.

Nella terra del Salento è difficile resistere ad una produzione tipica che prende il nome di mustaccioli. Parliamo di biscotti ricoperti dalla glassa al cioccolato che si gustano durante le feste.

Li mustazzoli, dolci salentini per tradizione

Li mustazzoli, termine dialettale con il quale si è soliti chiamare questi biscotti tipici del Salento, sono originari della cucina araba. Entrati a far parte della cucina regionale delle zone mediterranee, i piccoli e gustosi mustazzoli si trovano in tutte le fiere di paese e nelle pasticcerie tipiche, soprattutto in occasione delle feste religiose dedicate ai patroni delle città oppure nelle bancarelle che vendono dolci nei mercati.

La vera ricetta salentina dei mustaccioli

Per assaggiare la ricetta originale dei mustaccioli salentini bisogna recarsi nei biscottifici del luogo oppure seguire passo per passo queste indicazioni per realizzarli in casa.

Gli ingredienti necessari:

  • 1 Kg di farina,
  • 400 gr di zucchero,
  • 500 gr mandorle tostate,
  • 2 bustine di lievito oppure 15 gr di ammoniaca,
  • 100 gr di olio,
  • 4 cucchiai di cacao,
  • 4 uova,
  • 1 bicchiere piccolo di vino bianco o rhum,
  • 2 limoni,
  • chiodi di garofano,
  • cannella,
  • latte.

Preparazione:

Dopo avere procurato le dosi esatte di ognuno di questi ingredienti si può procedere con la preparazione dell’impasto, fatto rigorosamente a mano come vuole la tradizione. Se durante questo procedimento si nota che l’impasto è duro da lavorare il modo migliore per ammorbidirlo è aggiungere, poco per volta, del latte.

La particolarità di questa ricetta salentina è la mancanza di lievito, che segue fedelmente le indicazioni dettate dai mustaccioli di provenienza araba. Quando l’impasto è pronto deve essere diviso in piccole forme da cuocere nel forno. Ma non è finita qui! I biscotti appena sfornati hanno già un profumo delizioso ma manca ancora il tocco finale che li caratterizza: la glassa al cioccolato. Non resta che gustarli in compagnia di parenti e amici durante le feste o semplicemente per fare una merenda dal gusto salentino.

Mustaccioli, una ricetta tipica del mediterraneo

Quando si sente l’espressione mustaccioli si crea un po’ di confusione sul tipo di preparazione di questa ricetta tipica del mediterraneo. Infatti, li mustazzoli salentini non sono gli stessi di quelli partenopei o calabresi.

Questa preparazione dolciaria si presta a diverse varianti che di paese in paese cambia nei suoi ingredienti base e nel sapore finale. Nella tradizione della cucina campana i biscotti sono preparati utilizzando il mosto e il miele. La forma di rombo li differenzia anche nella presentazione del piatto. A Napoli e dintorni si gustano durante le feste natalizie.

Nella tradizione della cucina calabrese, invece, l’elemento caratterizzante è la forma. La preparazione avviene con un procedimento simile a quello partenopeo, ma l’effetto finale ha un impatto estetico completamente diverso. Forme di uomini, animali e fiori arricchiscono la tavola e sono fonte di divertimento per i più piccoli.

Li mustazzoli salentini, dunque, non devono essere confusi con queste due diverse tipologie di biscotti che, seppure portano lo stesso nome, rappresentano dolci tradizionali molto diversi fra loro.

In questo articolo