3082

Il prossimo 27 agosto si terrà la 19° edizione de “La notte della Taranta”, a Melpignano, celebre comune dell’entroterra salentino dove fervono i preparativi perché l’evento possa lasciare, anche quest’anno, un buon ricordo in quanti popoleranno il piazzale dell’ex convento degli agostiniani.

Il “concertone della Taranta” ha contribuito a rendere famoso il Salento in tutto il mondo, dato che l’evento non solo richiama nella provincia di Lecce migliaia di appassionati di musica popolare, ma è anche seguitissimo a livello internazionale tramite la diretta televisiva.

Quest’anno la Notte della Taranta si preannuncia di incredibile valore e tocca un traguardo importante per la storia della kermesse. A occuparsi della direzione musicale, infatti, sarà per la prima volta una donna. Si tratta della cantautrice Carmen Consoli, preziosissima voce e autrice della musica italiana.

La musica popolare del Salento

La “Cantantessa”, simpatico epiteto con cui è chiamata ormai da decenni la Consoli, durante la serata del 27 agosto dirigerà “l’Orchestra Popolare della Notte della Taranta”, ricoprendo un ruolo che nelle passate edizioni ha visto succedersi maestri del calibro di Giovanni Sollima, Mauro Pagani, Goran Bregovic, Ludovico Einaudi e Stewart Copleand.

Come affermato negli scorsi giorni, durante la conferenza stampa organizzata per presentare la nuova edizione, obiettivo della cantante è quello di rispettare le tradizioni della musica popolare salentina, di risaltare le capacità musicali dei musicisti dell’orchestra e di dare ampio spazio alle voci femminili.

Si attendono, pertanto, con trepidazione i nomi di artiste nazionali e internazionali, che saranno invitate dalla nuova Maestra Concertatrice con la finalità di portare sul palco quel trasporto emotivo e quel tormento dell’anima che caratterizzava le donne “tarantate”, ossia quelle che si pensava fossero morse dal ragno velenoso. Inoltre, stando agli intenti di Carmen Consoli e di Daniele Durante (direttore artistico dell’evento), saranno esaltate anche le straordinarie voci femminili che da anni fanno parte della stessa Orchestra Popolare.

I tanti che popoleranno la Piazza di Melpignano potranno ascoltare queste inestimabili voci, a cui farà eco anche la stessa Consoli, bissando così il suo contributo interpretativo del 2006 e potranno ballare e scatenarsi a ritmo di violini, pianoforte, chitarre e degli immancabili tamburelli.

Per chi sceglierà il Salento come meta delle proprie vacanze, consigliamo anche di partecipare ad una delle date del Festival della Taranta, tour itinerante che anima le sere estive di molti paesi della Grecìa Salentina (e non solo) e che vede alternarsi sui palchi una serie di gruppi folk salentini che ripropongono i brani della tradizione, anche grazie a nuovi arrangiamenti e contaminazioni.

Questi concerti permettono di fare un piacevole tuffo nella cultura salentina, che si arricchisce di nuova linfa creativa e che lascia un segno nella memoria di chi sceglie di partecipare a uno di queste tipiche serate o al grande evento di Melpignano.

In questo articolo