4151
4151

Il Salento, come è noto, ha un’importante tradizione culinaria, che si compone di tantissimi piatti molto gustosi. La cucina salentina, di norma, è semplice e genuina e si basa su alimenti prodotti in loco. Nella terra baciata dai due mari, non poteva non esserci il pesce alla base di tantissime ricette.

Nel corso di una vacanza nel Salento, non perdete l’occasione di partecipare ad alcune delle più importanti sagre che si svolgono lungo il territorio salentino, per divertirvi in un mix di tradizione, folklore, gusto e vivacità

Le sagre del pesce

Presso il campo sportivo di Melendugno, dal 2 al 5 agosto, ci saranno 4 giorni dedicati alla “Sagra te lu purpu” (Sagra del polpo). Tra i molluschi, il polpo è certamente il più gustoso e abbinato ad altri succulenti alimenti salentini, il suo sapore viene ulteriormente esaltato. Durante la sagra potrà essere gustato in diversi modi: fritto, alla pignata con patate, con le trofie o in umido. Inoltre, ogni serata ci saranno anche 4 ospiti musicali, come: Antonio Castrignanò, gli Scazzacatarante, i Kamafei e il gruppo folk “Indiano salentino”. Ovviamente non mancherà l’occasione di ballare fino a notte inoltrata la famosa pizzica.

Anche a Santa Maria di Leuca potrete assaggiare delle gustose prelibatezza durante la “Sagra del pesce fritto”, promossa dall’Associazione Nazionale Marinai d’Italia di Castrignano del Capo Leuca. La sagra si terrà il 18 agosto e garantirà la degustazione di primi piatti a base di pesce, frittura mista, “pittule” al pesce e dolci tipici, il tutto accompagnato da ottimo vino, birra e bevande varie. La serata sarà allietata dalla musica di un gruppo folk, che proporrà anche brani di pizzica salentina.

Il 22 agosto non perdete la sagra di Capilungo, località facente parte della Marina di Alliste. Si tratta della Sagra della Pasta Fresca e del Pesce, dove potrete assaporare orecchiette e maccheroni, conditi in mille modi, tra cui anche con i frutti di mare e altre varietà di pesce.

Chi si trova, invece, nei pressi di Castro potrà partecipare ad una nuova Sagra del Pesce Fritto, che si terrà il 25 agosto in questa stupenda località della costa adriatica, da sempre rinomata per i propri paesaggi. Anche in questo caso, non mancheranno piatti a base di calamari, gamberetti, cozze e preparazioni sfiziose come gli spiedini di pesce, da assaporare con un buon bicchiere di vino.

Le sagre del pesce a Gallipoli

Gallipoli ha diversi appuntamenti da segnare sul calendario: durante una vacanza nella “Perla dello Ionio” dal 9 all’11 agosto, potrete assaporare dell’ottimo pesce grazie alla “Sagra del pesce fritto”. Bando alle diete, il pesce fritto è sicuramente appetitoso e durante questo evento lo potrete gustare impanato, alla menta, in pastella classica o aromatizzata. Potrete degustare pesce di paranza, seppie, pesce spada, totani, polpi, polpette di pesce e tanto altro ancora, il tutto bagnato dal buon vino rosso o rosato DOC di questa terra.

Questa non è l’unica sagra di prodotti a base di pesce che offre Gallipoli: dal 15 al 18 agosto, infatti, sarà allestita la “Sagra del pesce spada”, uno delle più pregiate specie del Mediterraneo. Il pesce spada, carnoso e saporito, si potrà gustare arrostito, panato, fritto o alla mugnaia, risultando sempre estremamente gradevole, grazie anche alla sua freschezza.

Il programma della sagra prevede la presenza, sul lungomare di Gallipoli, diversi stand gastronomici dove potrete assaggiare formaggi, salumi, olio, vino e altri prodotti locali. Inoltre, in piazza potrete ballare con a ritmo della musica popolare, per dare vita ad una autentica festa salentina.

Sempre a Gallipoli, per diversi giorni nella seconda metà di agosto, e più precisamente dal 20 al 25, potrete apprezzare i sapori antichi in occasione della Sagra te la Pittula e te lu Purpu. Ancora una volta, per un’intera settimana, potrete assaporare tutte le specialità marinare pescate nella costa ionica salentina, tra cui vi consigliamo la “pittula farcita”: celebre impasto di farina, acqua, livieto e sale che viene fritto e condito nei modi più diversi, dopo essere stato suddiviso in piccole sfere. Vino, dolci e tanta allegria accompagneranno la degustazione.

In questo articolo